venerdì 2 gennaio 2015

Bilanci 2014 e prospettive 2015



Cari soci ed amici,
vorrei, in occasione di questo fine 2014, condividere con voi alcune riflessioni circa
le attività realizzate e le prospettive per il futuro.
Per quanto riguarda l'anno appena trascorso, vorrei citare tre avvenimenti che, da soli, ci lasciano ben sperare per l'anno che verrà:
- il 21 settembre 2014 si sono tenuti due eventi che ci hanno visti impegnati in contemporanea: la manifestazione nazionale di "Puliamo il Mondo", con le attività programmate presso la spiaggia di Boccasette (Porto Tolle) e la "Festa Nazionale delle Oasi del WWF" in collaborazione con il WWF di Rovigo e gli Amici di Terra & Libertà presso l'oasi di Panarella (Papozze  - Rovigo).
Il "nostro" programma prevedeva la presenza di alcuni soci a Porto Tolle per collaborare alla pulizia della spiaggia dai rifiuti, e di altri impegnati nelle attività presso l'oasi, dove non era stata programmata alcuna raccolta di rifiuti in quanto realizzata solo qualche mese prima.
Tuttavia all'oasi si sono presentati numerosi amici, provenienti anche dalle provincie di Treviso e Vicenza, muniti di guanti e sacchi, manifestando la loro disponibilità alla pulizia del boschetto, chiedendo informazioni e mostrando un entusiasmo coinvolgente. Inutile dire che, dopo lo stupore iniziale, ci siamo subito adoperati per portare "Puliamo il Mondo" anche all'oasi di Panarella e non deludere i nostri ospiti.
Inoltre c'erano anche dei bambini dai 5 ai 10 anni che si sono divertiti un mondo in questa attività da grandi!
- durante l'estate, nel mese di luglio, la nostra associazione è stata convocata assieme ad altre dal Sindaco di Adria, per discutere e presentare le proprie osservazioni ad un progetto del Genio Civile per la messa in sicurezza idraulica del ramo interno del Canal Bianco nel Comune di Adria (dal Ponte Beniamino Gigli ai cantieri navali).
Il progetto prevedeva, per chi non lo ricordasse, il taglio dei tigli di fronte al Teatro Comunale ed il rifacimento della piazza antistante, senza interessare altre zone arginali.
Il tutto con un finanziamento di 2 milioni di euro stanziati per la mitigazione del rischio idrogeologico. Ad oggi sembra che il progetto sia stato abbandonato da parte dello stesso Genio Civile. Dal primissimo incontro varie associazioni del territorio, tra le quali Italia Nostra e WWF, assieme ad alcuni rappresentati delle forze politiche, hanno espresso forti perplessità sul progetto ed, in maniera molto pacata e senza azioni eclatanti, hanno impedito che venissero impiegati fondi pubblici, destinati ad altre opere, per realizzare un maquillage estetico che comportava anche un depauperamento del verde pubblico.
- Soladria srl, (www.soladria.it) azienda di Adria specializzata nella realizzazione di impianti fotovoltaici ed altre soluzioni per le energie rinnovabili, è stata selezionata dalla Commissione Tecnica del circolo Legambiente Miranese, come miglior fornitore di soluzioni "chiavi in mano" per il proprio gruppo di acquisto solare. Il fatto che un'azienda del nostro territorio primeggi tra altre 15 provenienti da tutto il Veneto, con requisiti validi a livello nazionale, ci riempie di orgoglio.
Così come il fatto che a Porto Viro sia stata realizzata la prima casa passiva del Basso Polesine, con maestranze locali capaci di soddisfare i severissimi standard Passive House (www.habita.it - partnership tra Zennaro Legnami, Costruzioni Edilferro, Tumiati Impianti, tutte aziende di Porto Viro).
In un periodo economicamente difficile ci sono aziende locali che investono in ricerca ed innovazione, aziende che hanno le competenze e le capacità per primeggiare sul mercato, con prodotti e soluzioni che portano vantaggi all'utente ed all'ambiente.


Ma passiamo ora al futuro. Il 2015 è l'anno dell'Expo di Milano con il tema "Nutrire il pianeta, energia per la vita".
Un tema estremamente vasto che noi del Circolo sentiamo particolarmente vicino: il cibo è energia. Che senso ha spendere 10000 Kcal per una bistecca che me ne restituisce 500? Il cibo è biodiversità: che fine hanno fatto le tradizionali culture bassopolesane?
Il cibo è salute: cosa sappiamo di ciò che ogni giorno ci finisce nel piatto? Da queste domande nasce quindi l'idea per alcune serate ad hoc per conoscere ed imparare a preparare piatti genuini con le risorse della nostra terra.
Il 2015 è anche l'anno internazionale della luce: la luce è energia, la luce è vita.
Dall'energia del cibo, all'energia che noi tutti paghiamo nelle bollette il passo è molto breve. Proseguiamo pertanto nel percorso di conoscenza dell'energia, di come produrre energia senza nuocere all'ambiente e di come non sprecarla nella vita di tutti i giorni. Ci stiamo organizzando per poter rendere evidenti le dispersioni energetiche delle abitazioni di chi ce ne farà richiesta mediante l'impiego di una termocamera.
Non dimentichiamo, inoltre, che nel fiume Po è appena passata una piena e non ci sono stati danni. I lavori eseguiti dal 1951 in poi sono sufficienti per farci dormire tranquilli oppure finora ci è sempre andata bene? Le idee non sono ben chiare, e nel corso del 2015 cercheremo di chiarircele.

Siamo un gruppo di amici che, anziché discutere di calcio o giocare a carte, ha a cuore la propria salute e l'ambiente in cui vive. Bisogna essere sempre all'erta ed analizzare gli eventi con occhio critico. Diventa sempre più difficile, se non impossibile, per un'associazione di volontari (pochi) essere attivi e vigilare su pratiche urbanistiche, progetti in parte occulti, rifiuti, inquinamento, cementificazione del territorio (Nogara Mare e Mestre Orte soltanto per citarne alcune), ed allo stesso tempo condividere esperienze positive legate alle energie rinnovabili, all'efficienza energetica, alla sana alimentazione, ai prodotti naturali e biologici. E' per questo motivo che cerchiamo nuovi soci, volontari effettivi che amino mettersi in gioco e condividere  le proprie esperienze. Vi aspettiamo, il giovedì sera dalle 21 in vicolo Marino Marin 28, ad Adria.


31 dicembre 2014

Il Presidente
Ermes Bolzon