Adria-Rovigo

Pressidente: Ermes Bolzon cel 3887370380 ADRIA

venerdì 2 ottobre 2020

Rosalba Lazarin è tornata nel tutto


 Dopo una lunga malattia Rosalba ci ha salutati, lasciando sopratutto il suo compagno di vita Pino.

Rosalba ha avuto una vita piena, vissuta con creatività e in ricerca per i suoi lavori. Amava le piante e gli animali che ha salvato. 
E' stata una delle fondatrici del Circolo di Legambiente di Adria nel 2009.

Lunedì 5 Ottobre, alle ore 15,30 nella sala della Casa delle Associazioni ci sarà l'ultimo saluto a Rosalba che fra tutte le piante: preferiva gli alberi.

sabato 26 settembre 2020

Puliamo il Mondo-IDROVORA CANTON BASSO


Alcuni Dati : 


26/09/2020

E’ proprio il caso di dire che questa volta sono stati presi con le mani nel sacco: adesso rischiano dai 300 ai 3mila euro di multa. Se si tratta di un’azienda potrebbe essere chiamata a rispondere in sede penale. Infatti nei sacchetti della spazzatura sono stati trovati gli indizi inconfutabili dei vandali che hanno abbandonato i loro rifiuti nella punta del Canton Basso, in quella splendida lingua di terra dove lo scolo Buniolo confluisce nel Canalbianco, nelle vicinanze dell’idrovora di via Cengiaretto. E’ senza dubbio uno dei paesaggi più suggestivi del territorio adriese, un luogo che potrebbe ispirare poeti, pittori e registi: ben pochi territori possono vantare una pennellata di tale bellezza naturale. Sarebbe una splendida location per fare pic nic, così pure per le gare degli aquiloni.

Invece da anni è diventata una discarica all’aperto come “La Voce di Rovigo” più volte ha segnalato.

Così ieri pomeriggio un gruppo di otto volontari di Legambiente, capitanati da Floriano Finotello, hanno organizzato una raccolta dei rifiuti per fare un po’ di pulizia e mettere in ordine ove possibile. Più volte il camion a loro disposizione ha fatto la spola con l’ecocentro di viale Risorgimento per scaricare i “tesori” ritrovati, facendo la dovuta separazione.

Già in passato – si legge in una nota di Legambiente - la zona era stata oggetto di segnalazione ai carabinieri da parte del circolo, perché vi erano pescatori rumeni che stanziavano nell'area e pescavano in modo non autorizzato. Oggi pomeriggio (ieri, ndr) sono stati raccolti numerosi rifiuti edili come piastrelle, sacchi di cemento, pezzi di sanitari, poi diversi copertoni, una vecchia caldaia a pezzi, una quantità impressionante di bottiglie di birra in vetro e numerose bottiglie di plastica. Ma la cosa più sorprendente – riferisce Legambiente - è che sono stati trovati anche numerosi sacchi di rifiuti domestici, alcuni correttamente differenziati, altri no. In alcuni casi è stato possibile risalire all'untore che ha lasciato nel pattume segni chiari di riconoscimento”. A questo punto gli angeli custodi dell’ambiente hanno chiamato gli agenti della polizia locale che prontamente sono arrivati sul posto ed hanno rilevato i dati identificativi. Farà seguito il verbale con una bella sanzione.

Legambiente sta organizzando, in collaborazione con l’amministrazione comunale, un speciale “Green day” giornata di raccolta rifiuti in città per sabato 31 ottobre: sicuramente si troverà di tutto.

La Voce di Rovigo


martedì 19 maggio 2020

33 proposte di Legambiente

Articolo da Repubblica

"Dal decreto Rilancio approvato dal Cdm arrivano primi segnali positivi per rilanciare il Paese in chiave green, ma sia chiaro questi interventi da soli non bastano per fare della chiave ambientale e della strategia climatica il motore del rilancio dell'Italia". A dirlo è Stefano Ciafani, presidente nazionale di Legambiente, sottolineando la necessità di uno sforzo maggiore: "Serve molto di più e soprattutto c'è bisogno di una svolta che il governo deve avere davvero il coraggio di mettere in campo subito per fare del prossimo decreto semplificazione e della legge di bilancio lo strumento per rilanciare economia e dare gambe al green new deal".

Per quanto riguarda il provvedimento approvato dal Cdm, l'associazione ambientalista valuta positivamente ad esempio gli incentivi per bici e monopattini, l'ecobonus e il sismabonus con lo sgravio fiscale, fino al 110%, per la realizzazione di interventi di riqualificazione energetica e antisismici sugli immobili. Legambiente esprime soddisfazione anche per l'attenzione alla scuola, con l'aumento del fondo per il funzionamento delle istituzioni scolastiche, e per la regolarizzazione dei lavoratori in nero come i braccianti nei campi dove il caporalato ha sempre dettato legge.

Legambiente Saluta i suoi primi 40 anni

Stefano Ciaffani: Presidente Nazionale Legambiente.

Un compleanno importante che arriva in un momento storico dove la crisi climatica e la pandemia in corso ci dicono che l'attenzione per la cura del nostro Pianeta non è più rimandabile. "Non c'è più tempo. Dobbiamo sfruttare questa emergenza per dire addio alle fonti fossili, ripensare la mobilità, svegliare una politica e un'industria che in Italia dormono sui temi green. E poi vi prego, basta con l'incoerenza nell'ambientalismo", dice Ciafani tracciando una lista delle cose da fare.
 

Cosa vuol dire compiere 40 anni di battaglie ambientali?

"Vuol dire coerenza nel tracciare la strada. Penso all''86, con Goletta Verde, quando abbiamo iniziato a fare i monitoraggi ambientali sulle acque prima delle istituzioni. Penso al 1988, lo stesso con smog e inquinamento acustico. E poi le battaglie contro le centrali nucleari, i primi monitoraggi di marine litter. Depurazione, smog, inquinamento acustico e ora quelli nuovi, come la plastica mal gestita: sono 40 anni che abbiamo trascinato il Paese a occuparsi di questi temi fino all'approvazione di leggi e alla nascita di reti e infrastrutture. Un lungo cammino, non sempre pacifico".
 

venerdì 8 maggio 2020

LEBAMBIENTE festeggia 40 anni





il 20 maggio Legambiente compirà 40 anni: un’occasione speciale che vogliamo festeggiare con te e la straordinaria comunità di volontari in tutta Italia che ci ha permesso di scrivere pagine importanti della storia del Paese.

Elencare tutte le vittorie sarebbe impossibile. Abbiamo vinto il referendum del 1987 per chiudere le centrali nucleari ed eseguito monitoraggi scientifici prima delle istituzioni. Abbiamo fatto approvare leggi straordinarie come quella sugli ecoreati e coniato termini come ecomafia, ecomostri o Terra dei fuochi. Abbiamo denunciato per primi la colonizzazione dei petrolieri e promosso la filiera italiana della chimica verde per combattere la crisi climatica.

E non è finita qui. Perché l’Italia ha ancora bisogno di tutti noi.

Festeggeremo in modo diverso da come avevamo immaginato, ma lo faremo sempre insieme. Perché questo compleanno è il compleanno di tutti noi.
 
Partecipa al nostro “museo virtuale” pubblicando dai tuoi profili social le tue foto storiche e i cimeli associativi accompagnandoli con l’hashtag #Legambiente40.

La sera del 20 maggio ti aspettiamo online (l’appuntamento è sui nostri canali social, a partire dalle ore 21:30) per una festa speciale con tanti ospiti. Le sorprese non mancheranno e ti aggiorneremo al più presto.

Tanti auguri Legambiente, tanti auguri a tutti noi.

sabato 18 aprile 2020

Siamo al tempo del Corona Virus 19- Aprile 2020




Dal primo decreto di Febbraio, il Circolo di Legambiente Delta del Po di Adria non si trova per le normali riunioni settimanali. Da quando il primo decreto a Febbraio ha vietato riunioni e assembramenti.
Poi, il 10 di Marzo è stato chiuso tutto, compresi i negozi e la circolazione.
Cerchiamo di scambiare gli eventi che succedono con le trasmissioni via web, messaggi e quant'altro.
Siamo presenti, ma non possiamo spostarci, se non per le necessità consentite.
Stiamo assistendo a vari fenomeni che forse non sarà più possibile vedere, come la diminuzione di inquinanti nell'aria (si respira meglio), la diminuzione dei rumori, fenomeno che sarà da capire per i molti benefici che ha portato.
Forse, è solo una percezione, ma ci sembra di sentire più cinguettii di uccelli.
Ci siamo accorti che gli animali vanno in giro e curiosano come era da tempo che non succedeva.
Ci dicono che per le strade non ci sono i soliti abbandoni di immondizia, fatto alquanto positivo.
La siccità in questa primavera svolge un ruolo negativo, ma che impressiona il futuro, probabilmente sarà la prossima emergenza.
La settimana scorsa c’è stata una super luna piena, di enormi dimensioni, con tanta luce e splendide riflessioni nel panorama notturno.
Abbiamo notato che in generale ci sono più insetti nell'aria, forse per il fatto che le campagne di disinfestazione sono ritardate.
I lavori in agricoltura non ci sembrano avere avuto ritardi eclatanti, se mai ci sono dei problemi generali per la siccità. Molte persone ritengono che l'acqua dei fiumi e dei fossati sia più limpida.
Una cosa abbastanza positiva, che abbiamo notato nelle nostre famiglie, ma non siamo sicuri che sia una percezione o una suggestione, è quella che abbiamo speso meno soldi e ci siamo trovati con più denaro dei soliti mesi. Forse, per il fatto che non si può uscire e comprare, se non per necessità.
Ma, con questo ci viene da pensare, che nei mesi prima ci fosse uno stile di vita con molte spese superflue.
Qualcuno nota, anche meno rifiuti da conferire nelle case.
Ecco, abbiamo voluto dare un piccolo contributo delle nostre percezioni.



martedì 4 febbraio 2020

Mario Griso è nel tutto....


Mario Griso ci ha lasciati. Non vorremmo dare di questi annunci, ma questo amico prezioso per Legambiente ha partecipato attivamente e ha collaborato per molti anni con il circolo. Il figlio Dario che è stato Presidente del Circolo di Adria, ne da il triste annuncio assieme alla moglie Marilena.
Mario era un cultore dell'onestà dei cittadini, non amava i compromessi, per questo se la prendeva sui principi. Amava l'ecologia e il rispetto della vita in tutte le sue forme, ma in particolare sentiva molta compassione per il trattamento degli anziani. 
Da quando era in pensione, ritornò a dedicarsi alla fotografia, come documento e come immagine astratta, ma la sua passione era il paesaggio originario. Nelle sue lunghe escursioni cercava la natura incontaminata, denunciando con la fotografia molte contraddizioni della convivenza fra uomo e natura.
Mario era un buon cittadino, rispettoso e sincero, ma sopratutto un amico autentico.



Ci ha lasciati il 2 Febbraio 2020, sarà deposto nel cimitero di Negrar, Verona