lunedì 30 settembre 2013

Gestione del territorio

Gestione del territorio


Potature solo se autorizzate.
A conclusione del proprio mandato il Sindaco deve relazionare anche sullo stato arboreo del Comune.
La legge L.n. 10/2013, Gazzetta ufficiale n.27 del 1 febbraio 2013, che andrà in vigore dal 16 febbraio 2013, ha stabilito che il sindaco in conclusione del suo mandato, deve relazionare sullo stato arboreo del proprio comune., che per il rispetto dell’obbligo di piantare un albero per ogni neonato deve essere istituito un apposito comitato e che in ogni caso di potatura non autorizzata scatterà una multa di almeno 5.000 €uro.
L’istituzione della giornata degli alberi, fissata per il 21 novembre, coinvolgerà innanzitutto le scuole, orientando la società a promuovere la cultura ecologica con la messa a dimora di piante, ma coinvolgerà direttamente anche il sindaco poiché ogni comune dovrà censire tutti gli alberi posizionati sul territorio e collegati ai neonati e agevolare la conoscenza degli interventi effettuati in tal senso. Inoltre, due  mesi prima della fine del proprio mandato, il primo cittadino dovrà redigere il bilancio arboreo del comune evidenziando lo stato di consistenza  e manutenzione delle aree verdi urbane di propria competenza. Uno speciale comitato nazionale per il verde pubblico verificherà la correttezza degli interventi locali e attiverà dove necessario azioni a tutela dei giardini storici più importanti. Esso, inoltre, dovrà relazione alle camere sullo stato di adeguamento degli strumenti urbanistici comunali alle prescrizioni minime sul verde e sui parcheggi infine, per quanto riguarda gli alberi monumentali, essi saranno inseriti in un nuovo elenco nazionale tenuto dal corpo forestale: danneggiare o abbattere abusivamente uno di loro costerà almeno 5.000 euro di multa  .
Fonte Italia oggi nr. 30 del 5.02.2013 pag. 27 – autore Stefano Manzelli